Home Cinema BUIO IN SALA: I FILM DA NON PERDERE A MAGGIO

BUIO IN SALA: I FILM DA NON PERDERE A MAGGIO

1325
0
david donatello

Ed eccoci tornati al nostro consueto appuntamento con le anticipazioni del mese di maggio. La scuola sta per finire ma al cinema arriva alla carica in sala.

In uscita il 1 maggio “Arrivano i prof” di Ivan Silvestrini. Nel cast Claudio Bisio, Lino Guanciale e il grande ritorno di Maurizio Nichetti. Il liceo Manzoni ha una percentuale così bassa di promossi alla maturità che il provveditorato dà un ultimatum al preside: se almeno metà degli studenti del quinto non supereranno l’esame di stato l’istituto dovrà chiudere per sempre. L’altra proposta fatta al preside è che verranno chiamati in quel liceo i peggiori professori d’Italia ad insegnare ai peggiori fra gli alunni. Una commedia tra il surreale e il farsesco… vedremo un po’ cosa ne penserà critica e pubblico…

La festa dei lavoratori viene segnata da un grande ritorno all’animazione per Wes Anderson con la tecnica a passo uno. Parliamo de “L’isola dei cani” che parte da una storia originale ambientata in un futuro distopico, in cui uomini e animali antropomorfi convivono. Nel 2037 la crescita incontrollata dei cani e la diffusione di una misteriosa “influenza canina” impone al sindaco della città di Megasaki di adottare una drastica misura d’emergenza: tutti i cani del Paese vengono messi in quarantena e segregati su un’isola destinata all’accumulo di rifiuti e immondizia. Ma è soprattutto la storia del dodicenne Atari Kobayashi alla ricerca del suo animale domestico smarrito.

E sempre il primo maggio uscirà “A beautiful day” di Lynne Ramsay intepretato da Joaquin Phoenix. Joe è un veterano di guerra e a casa ha solo la madre anziana e malata, con cui ha un rapporto di grande affetto e pazienza. In una New York desolata e piena di segreti Joe fa il mercenario per chi vuole liberarsi di nemici pericolosi ma non ne ha l’abilità o il coraggio. Il suo ultimo incarico è quello di sottrarre Nina, la figlia preadolescente di un politico locale, ad un giro di prostituzione minorile… facendo così scaccia anche quei ricordi devastanti, tanto della propria infanzia in balia di un padre sadico, quanto dei crimini di guerra compiuti (anche da lui) dietro la giustificazione di una divisa.

Il 3 maggio invece attendiamo il ritorno di Isabelle Huppert in “Eva” di Benoît Jacquot. Bertrand è il badante di un anziano scrittore a cui ha sottratto, al momento della morte, il testo inedito di uno spettacolo teatrale attribuendosene la paternità. Ottenuto il successo viene messo sotto pressione dall’impresario per una nuova pièce. Per caso conosce una misteriosa donna che si fa chiamare Eva e che si prostituisce chiedendo alti compensi; così cerca di trarre dagli incontri con lei una qualche ispirazione…

E sempre nella stessa data uscirà l’opera del regista esordiente Dario Albertini intitolata “Manuel”. Tratto da una storia vera il protagonista, al compimento dei diciotto anni, esce dall’istituto per minori privi di un sostegno familiare per reinserirsi in un mondo per lui nuovo da cui è stato a lungo lontano. Sua madre è in carcere e può sperare di ottenere gli arresti domiciliari solo se lui accetta di prenderla in carico. Manuel dovrà dimostrare di essere responsabile e adulto davanti al giudice e all’assistente sociale.

Sono stati e continuano ad essere tanti, lo scorso mese era Van Gogh, nei mesi passati altri pittori e artisti al centro del fenomeno di film evento, spesso documentari. L’8 maggio uscirà un omaggio a Cezanne con l’opera di Phil Grabsky. Il film ripercorre la vita del grande artista attraverso gli spazi e le lettere private che ne segnarono l’esistenza e che aiutano lo spettatore ad avvicinarsi ancor di più all’animo e al pensiero di colui che per Picasso e Matisse fu “il padre di noi tutti”.

Aveva fatto ridere in sala già alla Festa del cinema di Roma passata e ora al cinema, esattamente il 10 maggio, potremo divertirci anche noi con la commedia “La truffa dei logan” con il grande ritorno di Steven Soderbergh con un cast di tutto rispetto… (Channing Tatum, Adam Driver, Daniel Craig, Hilary Swank e Katie Holmes). Jimmy Logan, ex quarterback con una gamba offesa, e Clyde Logan, veterano dell’Iraq senza un braccio, decidono di organizzare una rapina. Separato dalla consorte e licenziato l’uno, single proprietario di un pub l’altro, i Logan perpetuano una maledizione familiare. Ma quella superstizione diventerà la loro chance?

In questi giorni in sala potete trovare la prima parte di “Loro”, il nuovo film di Paolo Sorrentino, che vedrà la seconda parte in uscita a pochi giorni di distanza, il 10 maggio. Non dovrete attendere molto per scoprire per intero questo affresco di un’Italia che noi tutti abbiamo recentemente vissuto. Non si tratta solo della vicenda berlusconiana bensì l’ascesa al potere dell’ ”amorabiità” in tutte e sue forme tra sesso, droga e tutto quello che ha ruotato attorno al famoso fenomeno del bunga bunga. Il film quindi è un racconto di finzione, in costume, che narra di fatti verosimili o inventati tratteggiando un momento storico che potrebbe definirsi amorale, decadente, ma straordinariamente vitale.

E in contemporanea alla partecipazione al Festival di Cannes, uscirà nelle sale il 17 maggio “Dogman” di Matteo Garrone. In una periferia sospesa tra centro urbano e natura selvaggia, dove l’unica legge sembra essere quella del più forte, Marcello è un uomo piccolo e mite che passa le sue giornate tra il lavoro nel suo modesto salone di toelettatura per cani, l’amore per la figlia Sofia e un ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino, un ex pugile che terrorizza l’intero quartiere.

Tutti pronti i fan della saga che sapranno già tutto sull’uscita del secondo spin off di Star Wars. Parliamo di “Solo: a star wars story” di Ron Howard che uscirà il 23 maggio. Quel che si sa è che il film coprirà sei anni di vita di Han Solo e mostrerà il primo incontro tra il protagonista e Chewbecca, come ha ottenuto il Millennium Falco e soprattutto come ha preso il suo nome, che non è dunque il nome di nascita. Ma anche tanto altro…

Dopo due opere nel 2011 e 2013 torna alla regia Daniel Auteuil con “The other woman”. Daniel è molto innamorato di sua moglie, ha molta immaginazione e un miglior amico a volte un pò ingombrante. Quando quest’ultimo insiste per una cena “tra coppie” per presentare la sua nuova amichetta, Daniel si ritrova bloccato tra sua moglie e alcune fantasie…

Per il nostro angolo al femminile questo mese vi segnaliamo l’omaggio a Valentina Cortese. Parliamo di “Diva” di Francesco Patierno che uscirà in sala il 24 maggio e che vedrà come narratrici/interpreti Anna Foglietta, Barbara Bobulova e Isabella Ferrari. Valentina Cortese è una delle pochissime star nostrane ad essere approdata a Hollywood e ad aver conosciuto splendori e stravaganze dello studio system. Lo ha fatto con successo alla fine degli anni Quaranta per poi tornare in Italia e diventare anche un’icona del teatro. “Diva!” di Francesco Patierno è un documentario dall’approccio anticonvenzionale, non celebrativo ma intimo e dall’andamento non cronologico.

Sempre nella stessa data uscirà “La settima onda” di Massimo Bonetti con Alessandro Haber, Valeria Solarino e Francesco Montanari. E’ la storia di due uomini, due vite profondamente diverse tra loro sono destinate ad incontrarsi.

E sempre il 24 maggio esce “Hotel Gagarin” di Simone Spada con Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova che racconta di cinque italiani in cerca di un’occasione mandati a girare un film in Armenia. Abbandonati in questo hotel isolato nei boschi e circondato dalla neve, trovano il modo di inventarsi un’originale e inaspettata occasione di felicità che non potranno mai dimenticare. La ricerca di un’occasione di riscatto.

Due grandi ritorni sul grande schermo, uno italiano (24 maggio) e l’altro internazionale. Il primo in “Nobili bugie” di Antonio Pisu è quello di Claudia Cardinale. Ambientato durante la seconda guerra mondiale, il film racconta di una famiglia di nobili decaduti sopravvissuta al proprio declino economico nell’unico luogo che ancora possiede: la tenuta di Villa La Quiete. Il Duca e la Duchessa, stanchi e avviliti, risiedono nel loro podere con la servitù ormai ai minimi termini e con Jean-Jacques, il cinquantenne figlio. La soluzione a tutti i problemi si presenta alla villa in un pomeriggio qualsiasi: quando un uomo e due donne ebrei in fuga chiedono rifugio ai Duchi.

 

 

Il secondo, in uscita il 31 maggio è “End of justice – Nessuno è innocente” di Dan Gilroy con il grande Denzel Washington nei panni di Roman, avvocato a Los Angeles che lavora in uno studio che si occupa di clienti, appartenenti a classi sociali bisognose, spesso impossibilitati ad avere una difesa degna di questo nome. Le cose si complicano quando lo studio viene chiuso e chi si deve occupare dell’operazione comprende le sue doti e ne vuole acquisire le competenze mettendole però a servizio del puro e semplice guadagno.

Arrivederci al prossimo mese con le nostre consuete anticipazioni…

Rispondi