Home Cinema BUIO IN SALA: I FILM DI APRILE

BUIO IN SALA: I FILM DI APRILE

480
0
FILM APRILE CINEMA

Bentornati con il nostro appuntamento mensile per le uscite in sala che ci attendono ad aprile.  ecco i film di qquesta primavera: partiamo con tutte le pellicole che usciranno il 5 aprile.

 Quanto basta di Francesco Falaschi è una commedia che vede al centro la cucina e il sociale. Arturo (Vinicio Marchioni) è uno chef talentuoso, che per rissa deve scontare la pena  ai servizi sociali tenendo un corso di cucina in un centro per ragazzi autistici dove lavora Anna (Valeria Solarino). Guido (Luigi Fedele) ha la sindrome di Asperger e una grande passione per la cucina. L’improbabile amicizia tra i due aiuterà Arturo a cambiare vita.

E poi questa data è segnata dal ritorno in sala di Colin Firth ne Il mistero di Donald C di James Marsh. Nell’autunno del 1968, Donald Crowhurst, padre di famiglia, uomo d’affari inglese e appassionato di vela, partecipa senza esperienza al Golden Globe Challenge, la prima corsa di vela solitaria intorno al mondo senza scalo. Ma presto Donald scoprirà a suo spese il prezzo dell’ambizione e del dilettantismo.

Mentre il 9 aprile potrete fare un bel viaggio nell’arte con Van gogh tra il grano e il cielo di Giovanni Piscaglia. Si tratta infatti di un tour cinematografico attraverso il lascito della più grande collezionista privata del pittore olandese: Helene Kröller-Müller che ai primi del Novecento giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni. Un’esposizione che,oltre a raccontarci l’arte e il genio di Van Gogh, permette di capire l’importanza del disegno e di lunghi studi preparatori nella sua pratica artistica.

Direttamente dall’ultimo Festival del cinema di Venezia per gli amanti delle opere francesi il 12 aprile uscirà La casa sul mare di Robert Guédiguian. Una storia di famiglia ma che parla anche d’attualità. A Méjan, una cala marina tra Marsiglia e Carry, tre fratelli si ritrovano per vegliare il padre. Angèle, Joseph e Armand, misurano la loro esistenza davanti all’ictus che ha colpito il genitore. Intorno alla sua eredità, la casa, il ristorante, la coscienza politica e quella sociale, fanno i conti col proprio passato. L’irruzione improvvisa di tre bambini, naufraghi sulle sponde del Mediterraneo, sconvolge la loro riflessione e segna un nuovo inizio.

Mentre dal Festival di Berlino ecco il grande ritorno nelle sale il 12 aprile di Rupert Everett regista e interprete nei panni di Oscar Wilde di questo The happy prince.  Dopo il periodo di successi letterari e teatrali Oscar Wilde cade in disgrazia. Processato per omosessualità e condannato a due anni di lavori forzati esce dal carcere provato nella salute e nell’animo. Esiliatosi a Parigi, dopo un tentativo di ricostruire il rapporto con la moglie, torna ad unirsi al giovane Lord Douglas e precipiterà sempre più nel disastro totale.

Immaginate Liam Neeson nei panni dell’agente dell’FBI, la fonte anonima durante lo scandalo Watergate. Il risultato è The silent man di Peter Landesman il quale racconta la serie di eventi che coinvolse Mark Felt: fu lui la fonte (“Gola profonda”) per i giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein che portarono alla luce lo scandalo Watergate.

 

E sempre il 12 aprile vi segnaliamo il grande ritorno di Daniele Luchetti con Elio Germano e Marco Giallini in Io sono tempesta. Numa Tempesta è un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto. Tempesta ha soldi, carisma, fiuto per gli affari e pochi scrupoli. A causa di una vecchia condanna per evasione fiscale dovrà scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza. E così, il potente Numa dovrà mettersi a disposizione degli ultimi. Tra questi c’è Bruno, un giovane padre che frequenta il centro con il figlio, in seguito ad un tracollo economico.

Il 19 aprile torna invece la coppia Bardem e Cruz in Escobar il fascino del male di Fernando León de Aranoa.  Virginia Vallejo, celebre anchorwoman colombiana ha chiesto asilo politico agli Stati Uniti. Amante appassionata di Pablo Escobar, criminale e trafficante di cocaina senza scrupoli e rimorsi, ha deciso di raccontare alla DEA gli anni della loro relazione e dell’ascesa vertiginosa del suo compagno.

Nella stessa data uscirà in sala anche Sea sorrow, documentario sui migranti che cercano asilo in Europa girato dalla inossidabile Vanessa Redgrave. A ottant’anni l’attrice mette la sua celebrità al servizio dei rifugiati. La Redgrave, da sempre sensibile alle cause sociali, debutta dietro la macchina da presa dopo un viaggio di ricognizione in Italia e in Grecia, a Calais e a Londra sulle tracce di chi ha abbandonato la sua terra in cerca di un riparo dalle guerre, le dittature, la violenza. Uno sguardo intenso e saldo sulla crisi umanitaria e il suo eterno ripetersi.

E chiudiamo la rassegna con le uscite nel giorno della festa della liberazione. In Tu mi nascondi qualcosa di Giuseppe Loconsole Valeria (Sarah Felberbaum) è un’investigatrice privata che si trova per errore a pedinare la persona sbagliata. Scopre che la promessa sposa di Francesco (Giuseppe Battiston) lo tradisce. Quando la cosa viene fuori, il matrimonio salta e Francesco, piombato in depressione si farà aiutare dall’investigatrice per rimettere in sesto le cose. Irene (Olga Rossi) denuncia la scomparsa di suo marito Alberto (Rocco Papaleo). L’uomo a seguito di un incidente ha perso la memoria. Quando Irene raggiunge il marito, trova un’amara sorpresa… Ezio e Linda sono una coppia molto affiatata, nonostante l’insolito mestiere di lei: Linda infatti è una pornostar.  Questo lavoro non impensierisce minimamente Ezio, almeno finché non comincia a sospettare che tra Linda e il suo partner lavorativo ci sia una tresca…

Youtopia di Berardo Carboni narra di Ernesto, un farmacista di 60 anni, sposato con un figlio che alterna la routine della vita familiare con squallidi incontri notturni. Laura è una donna di 44 anni che aspira a quell’ideale di vita patinata e che si ritrova invece senza lavoro, con un mutuo che fatica a pagare e una figlia di 18 anni, Matilde, da mantenere. Quest’ultima per sfuggire a una realtà che non le permette di avere quello che desidera, si rifugia nel web. Qui comincia a utilizzare il proprio corpo e spogliarsi davanti alla webcam. Presto la ragazza viene a conoscenza delle molteplici difficoltà economiche della madre e decide così, con il consenso sofferto e disperato della madre, di indire un’asta online per vendere la propria verginità.

E infine ne I fantasmi d’Ismael di Arnaud Desplechin Ismaël Vuillard è un  regista che scrive di notte per ricacciare gli incubi. Legato sentimentalmente a Sylvia, ha perso Carlotta, la giovane consorte inghiottita vent’anni prima dal nulla. Da allora si prende cura di Henri Bloom, autore cinematografico, mentore e padre inconsolabile di Carlotta, che una mattina d’estate ritorna dall’aldilà…

Per l’angolo al femminile questo mese vi proponiamo cinque film.

Il viaggio delle ragazze di Malcolm D. Lee (in uscita il 5 aprile) è una buddy comedy tutta in rosa. Narra la storia delle Flossy Posse, ovvero Lisa (Jada Pinkett Smith), Dina (Tiffany Haddish), Sasha (Queen Latifah) e Ryan (Regina Hall), quattro amiche di vecchia data, ex compagne di università, che dopo essersi perse di vista decidono di ritrovarsi e ricominciare da dove si erano lasciate negli anni Novanta.

Maria by callas di Tom Volf. Dall’ultima edizione della Festa del cinema di Roma un documentario che ci aveva colpito e che uscirà in sala il 16 aprile. Un ritratto tra pubblico e privato consacrato a un’artista capace di grandi sentimenti come le sue eroine, tutte colossali, immense, sconvolgenti. Maria Callas resta un modello inavvicinabile di recitazione in musica, che accorda l’interpretazione vocale con quella scenica.

Il 19 aprile in sala uscirà Molly’s game di Aaron Sorkin che racconta la vicenda di quella che sarebbe dovuta diventare una studentessa di giurisprudenza a Harvard ma che si rivelerà una principessa del poker. E’ la vera storia di una giovane donna diventata la regina di un gigantesco impero del gioco clandestino a Hollywood. Tutto inizia nel 2004 quando la giovane Molly Bloom, ex sciatrice olimpionica del Colorado sbarca a Los Angeles in cerca di avventure prima di iniziare gli studi.

L’amore secondo Isabelle di Claire Denis sempre in uscita il 19 aprile. Juliette Binoche interpreta Isabelle, una pittrice divorziata, con una figlia di dieci anni. Aspetta che la sua vita venga riempita da un amore: un banchiere, un attore, un uomo conosciuto per caso, lontano dall’ambiente delle sue solite frequentazioni. Ma cosa vuole Isabelle veramente?

E per finire una storia al femminile targata François Ozon. In Doppio amore Chloé ha un dolore che non passa. Giovane donna fragile, somatizza un segreto che affronta in terapia. Paul, lo psichiatra deciderà di mettere fine alle sedute per via della forza seduttrice che Chloé esercita su di lui. Ma Chloé ricambia il sentimento di Paul e trasloca nel suo appartamento. Tutto sembra volgere al meglio, quando scopre che il compagno le nasconde la sua parte oscura: Louis, gemello monozigote che svolge la stessa professione in un altro quartiere di Parigi. Intrigata, prende un appuntamento ma l’attrazione è fatale. Chloé li ama entrambi, uno con dolcezza, l’altro con bestialità.

E con questo vi aspettiamo per il prossimo appuntamento con le anticipazioni di maggio… a presto!

Rispondi