Home Mamma and the city Bonus asili nido 2020: le novità e come fare domanda

Bonus asili nido 2020: le novità e come fare domanda

272
0

Bonus asili nido 2020 fino a 3mila euro: cosa cambia, le novità e come ottenerlo

Missione bonus asili nido 2020: su TuaCityMag la guida per famiglie semplice e veloce per districarsi nella giungla burocratica e ottenere il bonus. Qui vi spieghiamo come fare domanda, a chi spetta il bonus asilo nido e tutte le novità per l’anno 2020. E allora ai nastri di partenza…via alle domande!

Giunto alla sua quarta annualità, con la domanda per il bonus asili nido per l’anno 2020 le famiglie quest’anno potrebbero arrivare a risparmiare fino a 3mila euro, ma attenzione i fondi sono limitati e verranno erogati fino ad esaurimento, dunque bisogna affrettarsi.

Chi può fare domanda?

Possono fare domanda per il bonus asili nido 2020 e ricevere il contributo i genitori di bambini che frequentano l’asili nido pubblici e privati, o i genitori di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie che necessitano di assistenza domiciliare.

Requisito per fare domanda è che il genitore abbia cittadinanza italiana o di uno Stato UE o, se extracomunitario, sia in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo.

Se però il genitore richiedente il bonus per il proprio figlio non fa parte del nucleo familiare, l’agevolazione fiscale non potrà superare i 1500 euro, e cioè circa 136 euro per 11 mensilità.

Come fare domanda?

La domanda per ottenere il bonus nido va inoltrata all’INPS dal genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta.

Per farlo è possibile collegarsi e accedere al sito INPS tramite PIN dispositivo, SPID (identità digitale) o CNS (carta nazionale servizi).

In alternativa, si può procedere rivolgendosi a un CAF o un patronato o anche chiamando il contact center al numero verde 803164 o, da telefono cellulare, al numero 06.164164.

Inoltre, se già per l’anno 2019 era stata presentata una domanda per il bonus nido, e da settembre a dicembre 2019 si sia già provveduto al pagamento di almeno una mensilità, la procedura sarà più semplice. Infatti, non sarà necessario fare nuova domanda per l’anno in corso poiché basterà accedere alla piattaforma INPS e confermare o modificare i dati già inseriti.

Alla domanda dovranno essere allegate necessariamente le ricevute di pagamento delle rette mensili. Le ricevute dei pagamenti effettuati nei mesi successivi a quello della presentazione della domanda, vanno trasmesse all’INPS entro la fine del mese di riferimento e comunque non oltre il 31 dicembre dell’anno per cui si fa domanda. Per farlo, qualora non fossero disponibili nell’immediato, c’è tempo fino al 1° aprile 2021.

Inoltre, si dovrà indicare nella domanda anche il numero di mesi di frequenza al nido tra gennaio e dicembre 2020 per i quali si intende chiedere il rimborso.

Bonus asili nido 2020: a quanto ammonta?

I fondi stanziati per il bonus nido 2020 ammontano a 520 milioni di euro e verranno erogati fino ad esaurimento in ordine di arrivo cronologico delle domande. Dunque prima si fa domanda più si hanno possibilità di ottenerlo.

Ovviamente la cifra che verrà riconosciuta ed erogata in 11 mensilità è subordinata all’Isee.

I nuclei familiari con Isee pari o inferiore a 25mila euro annui potranno contare su un aiuto economico di 272 euro circa al mese, cioè 3mila euro l’anno.

In seconda fascia, alle famiglie con Isee tra i 25mila e i 40mila euro annui spetteranno 227 euro al mese per un risparmio annuo di 2500 euro.

Per le famiglie con Isee superiore ai 40mila euro, invece, l’incentivo si aggirerà attorno ai 1500 euro annui, spalmati in mensilità dell’importo minimo di 136 euro circa.

In ogni caso, i rimborsi verranno accreditati su conto corrente bancario o postale, oppure su card prepagata con Iban.

Pronti per fare domanda? Che la missione bonus asili nido 2020 abbia inizio.

Rispondi