Home #STASERAROMA A Orte, la Boheme come non si è mai vista per i...

A Orte, la Boheme come non si è mai vista per i 50 anni di carriera di Katia Ricciarelli

1101
0
boheme

Una Boeheme straordinaria andrà in scena stasera nella suggestiva cornice del centro storico di Orte per celebrare i 50 anni di carriera di Katia Ricciarelli

La Boheme come non l’avete mai vista.

Un appuntamento imperdibile questa sera a Orte alle ore 21.00. Per tutti gli amanti del bel canto, della bellezza e delle emozioni che queste due cose unite insieme possono regalare in una sera d’estate sotto le stelle, che sarà davvero speciale.

Nella suggestiva cornice del centro storico del bellissimo borgo nella valle del Tevere, in un allestimento straordinario che coinvolge tutte le dimore storiche della piazza centrale, il noto regista Sandro Corelli mette in scena l’opera più nota di Giacomo Puccini, la Boheme, per celebrare i 50 anni di carriera della stella della lirica Katia Ricciarelli.

Sul podio il Maestro aquilano Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore pucciniano,alla guida dell’Orchestra Sinfonica Europa Musica e del Coro Lirico Italiano preparato dal M° Renzo Renzi. Scenografia e Luci di Umberto Di Nino, titolare di cattedra di Scenotecnica alla Scuola di Scenografia dell’Accademia Belle Arti dell’Aquila.

“La scenografia occupa tutta la piazza, è larga oltre 35 metri”, spiega Umberto Di Nino, “è un’idea completamente nuova. I tre atti sono sempre montati, e vivono sempre contemporaneamente.”

“E’una esperienza davvero suggestiva.” conferma il Maestro Jacopo Sipari “L’idea di costruire una scenografia a 180° gradi in cui le tre scene vivono in contemporanea in uno spazio così grande che abbraccia il pubblico al fine di farlo sentire parte integrante dello spettacolo è qualcosa di unico. Ringrazio il regista M° Corelli per avermi voluto coinvolgere. E’ un grande piacere poter poi lavorare con un gigante della scenografia come Umberto Di Nino, mio concittadino”.

Immaginate dunque il cuore di Orte che si trasforma nell’arena di Verona, le note di Puccini, i migliori giovani cantanti lirici emergenti, un grande talento della direzione d’orchestra, il tutto coordinato da un regista di grande esperienza e di caratura internazionale.

Questo allestimento unico della Boheme, che verrà trasmessa da Rai Cinque nel programma “Prima della Prima”, attinge i suoi artisti dal Concorso Internazionale “Lirica sul Tevere” creato dallo stesso Sandro Corelli, ormai uno dei più prestigiosi concorsi di lirica italiani.

Lirica sul Tevere” ha l’obiettivo di offrire ai giovani cantanti l’occasione di esibirsi al cospetto dei più grandi esponenti della lirica, di direttori artistici di prestigiosi enti lirici e di agenti del settore. La seconda edizione conferma l’intento degli organizzatori di diventare un appuntamento a carattere internazionale e destinato, dal 2020 in poi, a diventare un vero e proprio festival.

La giuria, presieduta da Katia Ricciarelli, è composta da importanti nomi della lirica  quali Ambrogio Maestri, Nicola Martinucci, Roberto Scandiuzzi, il maestro Carlo Palleschi (direttore dell’Orchestra Filarmonica di Seul), Lee Soyoung (presidente della Solopera Company – Korea Opera Association), Cristina Ferrari del Teatro Municipale di Piacenza, Gianni Tangucci dell’Opera di Firenze – Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, Eleonora Pacetti del Teatro dell’Opera di Roma e Davide Pagliarusco della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova.

Tutte le info per partecipare a questo evento unico le trovate: qui.

boheme

Rispondi