Aretha Franklin storia vera vita violenza successi

Una vita difficile, eppure una voce che ha segnato la storia della musica contemporanea. Quella di Aretha Franklin è una storia vera di grandi tormenti,  dolori, battaglie e di una passione che, come spesso accade, la salva da un’esistenza difficile e travagliata.

Stasera in tv andrà in onda il film Respect, un’opera che si propone di raccontare la vita di un’icona della musica, dalla sua nascita e infanzia fino agli anni ’70, ovvero il momento in cui il suo talento esplode e la grande artista conosce il successo discografico mondiale.

Aretha Franklin, una vita di drammi e cadute salvata dalla musica

Non ci si stanca mai di raccontare esistenze come quelle della giovane Aretha, sballottata dalle tempeste della vita che trova qualcosa a cui aggrapparsi, il suo talento e la sua passione, che diventano una strada da imboccare per il riscatto.

Aretha Louise Franklin, nasce il 25 marzo 1942 a Memphis, Tennessee, nel profondo sud degli Stati Uniti, non proprio un colpo di fortuna all’epoca, per una bambina dalla pelle nera. La musica, ce l’aveva nel sangue. Il padre, CL Frannklin, un predicatore battista, era un personaggio noto in tutti gli Stati Uniti, ed era molto amico del reverendo Marthin Luther King, al cui movimento Aretha rimarrà molto vicina condividendone le lotte. Ma il talento per la musica arrivava dalla madre, una cantante di Gospel che abbandonò marito e figli quando la futura regina del soul aveva solo sei anni.

La famiglia si trasferisce presto a Detroit, dove Aretha Franklin, fin da giovanissima, grazie alle entrature del padre, ha la possibilità di frequentare gli ambienti musicali, frequentando regolarmente artisti che erano allora sulla cresta dell’onda. Iniziò a cantare, con le sue sorelle, nella parrocchia del padre. La giovane cantante capì molto presto che quella tracciata dalla sua passione per la musica sarebbe stata la strada da seguire per lei, ma nel frattempo che si impegnava con tutta se stessa, i drammi non le sono mancati. Diventa madre la prima volta a 12 anni, in seguito a una violenza, due anni dopo, altra gravidanza legata a una violenza. I due figli che nascono sono i primi di quattro che la cantante avrà nel corso della sua vita.

Aretha Franklin: il matrimonio con Ted White, una storia vera di violenza ed eccessi

Negli anni ’50 la giovane cantante fece una lunga gavetta e arrivò a centrare i suoi primi successi discografici all’inizio degli anni ’60, il decennio che ne vedrà l’esplosione. Intanto, si era sposata con Ted White. Lei aveva 19 anni, lui 30 e il legame durò sette, burrascosi anni. Anni in cui, Aretha Franklin dovette per la prima volta fronteggiare anche i dissidi con la famiglia, a iniziare dalla strenua opposizione a quelle nozze del padre, preoccupato nel vedere la figlia affidarsi a un uomo pieno di ombre, un personaggio ambiguo che gestiva tutta la sua vita, a iniziare dai suoi introiti, visto che era un manager discografico.

La cantante all’epoca non ha mai raccontato storie di violenza domestica, ma si susseguirono voci e anche un dettagliato articolo del Timeche raccontava di Aretha Franklin malmenata dal marito in pubblico, aggiungendo che non era certo la prima volta. Durante l’infelice unione matrimoniale, un’esperienza non unica in quegli anni nemmeno sotto le luci dei riflettori, se si pensa al percorso simile della collega Tina Turner, la cantante diede alla luce anche il terzo figlio, Teddy. Ma gli amici e i confidenti della futura regina del soul la raccontavano disperata e anche molto vicina alla bottiglia per dimenticare i suoi dolori, fu denunciata per guida spericolata, mentre il marito nello stesso periodo sparò all’inguine a un socio in casa loro. Una situazione a cui mise fine il divorzio.

Secondo il film ispirato alla vera storia di Aretha Franklin, la canzone Respect, incisa per la Atlantic e suo primo singolo numero uno in classifica venne ispirato proprio dalla violenza, dalle umiliazioni e dalla sofferenza che l’artista ha vissuto durante il suo matrimonio con Ted White.

Respect, la canzone intrisa di vita e drammi della regina del soul

Ma proprio quel brano così pieno allo stesso tempo di dolore e voglia di riscatto segna l’inizio della stagione del suo trionfo musicale, di un successo sconfinato che la porterà in breve a diventare una delle voci più ammirate del panorama artistico internazionale e quella che oggi viene considerata la Regina del Soul.

Aretha dunque, ancora una volta si rialza e ritrova anche l’amore a fianco di Ken Cunningham, l’uomo che le darà il suo quarto figlio. Ma anche il successo è una bestia difficile da domare e la Franklin ne viene travolta, spingendo sempre più sull’abuso di alcol e sostanze per reggere la pressione che una carriera stellare richiede. Così finisce anche l’unione con Ken, stufo dei suoi eccessi, fino a che, ancora una volta, non trova il modo di salvarsi.

Rispondi