Home Donne in prima pagina ANNALISA AGLIOTI: “TUFFATEVI CON NOI NEL SOGNO AL TEATRO ELISEO”

ANNALISA AGLIOTI: “TUFFATEVI CON NOI NEL SOGNO AL TEATRO ELISEO”

2548
0

“E’ un tuffo nel sogno. Massimiliano ogni volta mi stupisce, e anche con questo testo non si è smentito. Ha portato all’ estrema funzionalità gli elementi comici, ha puntato sull’ambiguità sessuale delle creature del bosco, si è inventato delle fate-felino. Ne è uscita una vera e propria opera pop, e ne siamo tutti entusiasti.” A descrivere così “Sogno di una notte di mezza estate”, che debutterà all’ Eliseo stasera e rimarrà in scena fino al 28 gennaio, per la regia di Massimiliano Bruno (autore,tra le mille altre cose, dei film W l’ Italia, Beata Ignoranza e Nessuno mi può giudicare) è Annalisa Aglioti, attrice e coreografa dello spettacolo. Volto noto anche in tv, dove dal palco di Colorado, dove strappava applausi e risate con il suo personaggio della Moglie Modello, è passata a dispensare pillole di comicità nel salotto pomeridiano della Vita in Diretta, e presto la vedremo in prima serata su canale5 con una fiction attesissima, la versione seriale di Immaturi, per la regia di Rolando Ravello. Un momento d’oro dunque per l’attrice e danzatrice romana, che intervistiamo a ridosso dell’atteso debutto sul palco di via Nazionale al fianco di un nutrito e importante cast che vede tra gli altri Violante Placido, Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Paolo Ruffini (con Maurizio Lops, Zep Ragone, Dario Tacconelli, Rosario Petix Claudia Tosoni, Antonio Gargiulo, Sara Baccarini Alessandra Ferrara, Tiziano Scrocca) .

“Sogno di una notte di mezza estate “è un testo molto amato e conosciuto, cos’ha di particolare questa messinscena?

“È magica, e ovviamente, dietro c’è forte l’impronta del regista, che è quella di cercare sempre una comunicazione diretta e immediata con il pubblico, farlo sentire più possibile coinvolto, raccontando la storia in un modo che sia accessibile a tutti e arrivi a tutti i cuori. Che è un po’ quello di cui ha bisogno il teatro contemporaneo.”

Oltre che interpretare la capo fata Fior di pisello, sei anche la coreografa dello spettacolo, cosa ci anticipi di questa parte del tuo lavoro?

“Sia nel lavoro di coreografa che in quello di attrice sono stata molto aiutata dal fatto che il regista avesse delle idee molto chiare. E’ proprio vero che il limite è il più grande amico della creatività. Massimiliano ha voluto una coreografia in cui gli uomini fanno movimenti femminili e le donne fanno movimenti maschili. E’ stato stimolante pensarci, anche perché nella danza contemporanea ormai non esiste più un movimento che possa definirsi prettamente femminile o maschile. Ho cercato ispirazione nel folclore che è anche molto immediatamente comprensibile per il pubblico, così farò danzare agli uomini la danza del ventre e alle donne, la danza maori.”

Uno spettacolo che si avvale anche di un supercast, come ti sei trovata a lavorare con tanti grandi nomi dello spettacolo italiano?

“Benissimo, è stato un privilegio lavorare con tanti artisti talentuosi. Amo tantissimo stare sul palco con Paolo Ruffini, ripeterei quella scena all’infinito. E’ un artista pieno di talento, raffinato e molto generoso.”

Perché il pubblico dovrebbe venire a vedere questo spettacolo?

“Per passare una serata di evasione, per rilassarsi, ridere ma anche per vivere un sogno e tuffarsi nella magia ricreata di questo bosco, dove c’è tutto: la fantasia, l’amore, l’erotismo, il gioco del teatro.”

TEATRO ELISEO

Da martedì 9 a domenica 28 gennaio 2018

Orario spettacoli:

martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00

Primo sabato di programmazione doppio spettacolo ore 16.00 e ore 20.00

mercoledì e domenica ore 17.00

Prezzi da 20€ a 40€

 

Rispondi