Dopo l’opening party e la preview del 22 e 23 luglio, un nuovo evento speciale di avvicinamento a Altra Visione, la rassegna cinematografica che dal 5 al 23 agosto trasformerà i suggestivi spazi all’aperto del Teatro India in un’arena libera e indipendente, uno spazio informale dove far incontrare gli autori con il pubblico, anche quello più giovane, in una dimensione di scambio continuo.

Ad anticipare la rassegna, martedì 4 agosto alle ore 21.30, il “ritorno a casa” di uno dei più importanti registi di cinema e teatro in Italia Mario Martone. Fondatore del Teatro India nel 1999 (allora direttore artistico del Teatro di Roma), Martone torna dunque nell’arena dello storico complesso ex Mira Lanza per presentare al pubblico Capri Revolution , uno dei suoi ultimi film, in gara alla 75° edizione della Biennale del Cinema di Venezia. Prima della proiezione, Martone dialogherà con Francesca Corona, consulente artistica del Teatro di Roma, e Cristiano Gerbino, direttore artistico di Altra Visione.

Ambientato nel 1914, quando l’Italia sta per entrare in guerra, il film narra le vicende di una comune fondata da giovani nordeuropei sull’isola di Capri, luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell’arte. Ma soprattutto racconta un’isola unica al mondo, la montagna dolomitica precipitata nel Mediterraneo, che all’inizio del Novecento ha attratto come un magnete chiunque sentisse la spinta dell’utopia e coltivasse ideali di libertà, come i russi che, esuli a Capri, si preparavano alla Rivoluzione.

Altra Visione: la rassegna

Prodotta da Luci Ombre, in collaborazione con il Teatro di Roma, dal 5 al 23 agosto Altra Visione presenta al pubblico romano capolavori della storia del cinema italiano e pellicole indipendenti internazionali, le grandi commedie americane e i documentari sulla Storia e sull’attualità. Ma anche sonorizzazionidj setincontri con gli autori e masterclass.

Ogni sera, da mercoledì a domenica, a ingresso libero, senza prenotazione, fino al raggiungimento della capienza stabilita dalle norme anti-covid. Basta arrivare puntuali, altrimenti l’ingresso non sarà consentito (ma sarà comunque possibile accedere agli altri spazi esterni del Teatro India). Venti grandi film proiettati su uno schermo di 8 metri, le pellicole internazionali in lingua originale, i film italiani sottotitolati in inglese, per consentire la migliore fruizione anche agli stranieri presenti a Roma.

Rispondi