alida valli 100 anni

Omaggio a Alida Valli durante la 7a edizione delle Giornate della Luce di Spilimbergo, in Friuli Venezia Giulia, (5 -13 giugno) con la mostra “Alida Valli, Signora del Cinema”.
il festival ideato da Gloria De Antoni  vede la direzione artistica di Gloria De Antoni e Donato Guerra. Ed è un appuntamento unico nel panorama italiano che celebra, da anni, gli Autori della Fotografia, quali veri protagonisti del festival.
La mostra, a cura di Antonio Maraldi, è stata pensata per il centenario della nascita  di Alida Valli, nata a Pola il 31 maggio 1921. E sarà inaugurata domenica 6 giugno allo Spazio Linzi, per rimanere aperta al pubblico fino al 27 giugno.

Alida Valli, da Pola a Hollywood


La mostra celebra una delle grandi signore del nostro cinema attraverso le immagini che ripercorrono i momenti salienti di una carriera straordinaria

Alida Maria von Altenburger, questo era il suo nome, iniziò giovanissima in piena stagione dei “telefoni bianchi”. E si affermò con ruoli intensi e drammatici nel cinema cosiddetto “calligrafico” (Piccolo mondo antico). Per approdare nell’immediato dopoguerra a Hollywood, dove intraprese un’intensa avventura umana e professionale iniziata con Il caso Paradine di Alfred Hitchcock.

Alida Valli, e i grandi maestri del cinema italiano


Il ritorno in Italia nei primi anni ’50 segna la sua definitiva consacrazione, grazie anche agli impegni con Luchino Visconti (Senso) e Michelangelo Antonioni (Il grido). Da quel momento il suo è un alternarsi infaticabile tra cinema (anche oltre confine) e teatro. Significativi, tra gli altri, nella parte finale del suo percorso professionale, gli incontri con i fratelli Bertolucci. Bernardo (Strategia del ragno, Novecento, La luna) e Giuseppe (Berlinguer ti voglio bene, Segreti segreti). Insignita del Leone d’Oro alla carriera al Festival di Venezia nel 1997, Alida Valli muore a Roma il 22 aprile 2006.


Le foto esposte alla mostra provengono dagli archivi del Centro Cinema Città di Cesena.

Le Giornate della Luce si svolgeranno in presenza. E saranno un’occasione importante di confronto sul ruolo della fotografia nel cinema per condividere esperienze, progetti e visioni nel pieno rispetto delle normative anti-covid.

Il festival Le Giornate della Luce è organizzato dall’Associazione Culturale Il Circolo di Splimbergo. Con il sostegno di MiC, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Città di Spilimbergo, Fondazione Friuli.

Rispondi