Home Cinema Al via Extra Doc Festival, al MAXXI i migliori documentari dell’anno

Al via Extra Doc Festival, al MAXXI i migliori documentari dell’anno

247
0

Al via domenica 13 novembre la quinta edizione di Extra Doc Festival, il concorso che premia i migliori documentari della stagione. L’evento rientra nell’ambito di Cinema al MAXX, realizzata dalla Fondazione Cinema per Roma e prodotta con il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo.

Il programma di Extra Doc Festival, a cura di Mario Sesti, ospiterà, fino all’11 dicembre presso l’Auditorium del MAXXI, dieci documentari in concorso, editi ed inediti. Ogni domenica si terranno due proiezioni; un evento speciale di chiusura sarà dedicato alla premiazione.

Una giuria presieduta dal regista Saverio Costanzo e formata dal giornalista Ernesto Assante, la produttrice Simona Banchi, il manager culturale Stefano Francia di Celle, la critica cinematografica Anna Maria Pasetti e la giornalista Fabiana Proietti assegnerà i premi al “Miglior documentario italiano dell’anno” e il premio “Extra Doc”. Speciali menzioni saranno inoltre assegnate da una platea competente di circa trenta membri, composta da giovani critici e studiosi e da appassionati di ogni età.

Accanto ai film in concorso, il programma ospiterà inoltre due documentari fuori concorso. 

“Anche quest’anno chi frequenterà il festival troverà quell’attenzione e quello sguardo empatico che hanno fatto del MAXXI, grazie ad Extra Doc, uno dei luoghi più ricercati dai documentari italiani” ha detto il curatore Mario Sesti.

La rassegna sarà inaugurata, domenica 13 novembre alle ore 17, con la proiezione de Il mondo a scatti, documentario firmato da Cecilia Mangini, prima documentarista italiana del dopoguerra, scomparsa a 93 anni, e il filmmaker Paolo Pisanelli. I due fotografi-cineasti uniscono immagini del passato e del presente, immagini fisse e immagini in movimento, sperimentando la loro forza e il “rumore visivo” in cui siamo immersi. Alle ore 19 sarà presentato Peso morto di Francesco Del Grosso che racconta l’odissea umana di Angelo Massaro, protagonista di uno degli errori giudiziari più clamorosi nella storia dell’Italia repubblicana.

Mercoledì 16 alle ore 18 sarà presentato il primo dei due documentari fuori concorso, La rivoluzione siamo noi (arte in Italia 1967/1977) di Ilaria Freccia, racconto brillante, vivace e visionario del mondo dell’arte in Italia, tra il Sessantotto e la fine dei ‘70. Segue la proiezione, un talk con Sonia Andresano, Josè Angelino, Dionigi Mattia Gagliardi (Numero Cromatico), Lulù Nuti, Gianni Politi, alla presenza della regista Ilaria Freccia e del critico Ludovico Pratesi. Modera la curatrice Giuliana Benassi.

Domenica 20 alle ore 16.30, il pubblico potrà assistere a Il cerchio di Sophie Chiarello che ha seguito, con la sua videocamera, alcuni alunni del plesso Di Donato di Roma: un viaggio dalla prima alla quinta elementare alla scoperta del mondo dei bambini di oggi. Alle ore 19 sarà la volta di Jazz set di Steve Della Casa e Caterina Taricano che portano sul grande schermo alcune delle più belle canzoni dei cantautori italiani riproposte dai migliori strumentisti italiani, in un montaggio che mixa backstage, esecuzioni dal vivo e testimonianze. Il documentario è stato presentato in anteprima alla scorsa Festa del Cinema di Roma.

Domenica 27 novembre alle ore 15, l’Auditorium del MAXXI ospiterà la proiezione fuori concorso di Vivere senza paura nell’età dell’incertezza di Giulia Sodi, nel quale tre grandi personalità come Charles Taylor, Julián Carrón, Rowan Williams tentano di rispondere alle domande più radicali del nostro tempo.

Alle ore 17, si terrà la proiezione di Steno di Raffaele Rago, ritratto affettuoso, ricco e contagioso dedicato a Stefano Vanzina, anch’esso presentato alla Festa del Cinema 2022. Alle ore 19 si terrà Los Zuluagas di Flavia Montini che narra la storia di Camilo, figlio di guerriglieri colombiani, al ritorno nel suo paese dopo venticinque anni di esilio in Italia: nel tentativo di comprendere le scelte radicali dei suoi genitori, Camilo si immerge nell’archivio di famiglia.

Domenica 4 dicembre alle ore 17 sarà presentato Il gabbiano di Filippo Gili: qualche tempo fa, un gruppo di artisti, finiti dentro uno strano luogo alle porte di Roma chiamato Intifada, si misero a riflettere su come far planare, in quell’improbabile set, la realizzazione filmica di un meraviglioso testo di Anton Cechov, “Il gabbiano”. Alle ore 19 si terrà Il palazzo di Federica di Giacomo. Nel cuore di Roma, con vista San Pietro, si erge un Palazzo: il proprietario Mauro offre asilo, negli anni, a una eclettica comunità di amici che ne trasforma ogni angolo in un set cinematografico permanente. Nel momento della sua morte prematura, il gruppo di amici si ritrova, chiamato a ricevere in eredità le migliaia di ore filmate del capolavoro incompiuto a cui tutti hanno preso parte.

Domenica 11 ultimi due appuntamenti con Extra Doc Festival. Alle ore 15 sarà presentato Mammamare di Francesca Marra e Giovanni Benedetto Matteucci che realizzano un confronto tra giovani studenti e Pietro Ruffo, uno degli artisti italiani più apprezzati degli ultimi anni, da cui emerge un racconto sincero ed emozionale che incrocia vita e arte. Alle ore 17 sarà la volta di Daniel Pennac: ho visto Maradona! di Ximo Solano, presentato alla Festa del Cinema 2022. Lo scrittore francese racconta uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi e il suo impatto sulla vita e le storie di persone comuni e di maradoniani doc.
Alle ore 20, a ingresso libero, si terrà l’evento di premiazione di Extra Doc Festival.

Come partecipare
I biglietti (al costo di 5 euro) si possono acquistare presso la biglietteria del MAXXI o su www.maxxi.archeoares.it. La premiazione di Extra Doc Festival e i film fuori concorso saranno a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili. Dieci posti nominali e gratuiti a disposizione dei titolari di myMAXXI card e myMAXXI/biblio, scrivendo a [email protected], entro il giorno prima dell’evento. Il programma potrebbe subire variazioni.

Info www.romacinemafest.it | www.maxxi.art |

Rispondi