Aenne Burda
Personen, Aenne Burda Fonte: Wikipedia

Un’esistenza capace di creare qualcosa di grande, nonostante le delusioni e le difficoltà. E’ una vita da film quella di Aenne Burda. La sua storia vera ha infatti ispirato un film tv tedesco di successo che racconta l’incredibile vicenda eistenziale ed imprenditoriale di questa donna. Un’imprenditrice, capace di creare qualcosa che ancora oggi porta il suo nome ed è diffuso in tutto il mondo.

Chi non ha mai sfogliato la rivista Burda? E chi poteva immaginare che un prodotto editoriale amato da generazioni di donne fosse nato da un amore finito malamente?

Aenne Burda, la storia vera di una moglie tradita che inventa una rivista cult

Aenne Burda è una donna tosta, una che nella sua vita ha saputo reagire nel migliore dei modi a delusioni e avversità. Ma Aenne Burda, oggi è considerata soprattutto, la donna simbolo del miracolo economico tedesco degli anni’60. Nella sua storia vera si intrecciano esperienze e temi che raccontano meglio di qualunque libro di storia l’atmosfera e i cambiamenti degli anni ’60.

Nata ad Offenburg nel 1909, di umili origini, la piccola Aenne finisce presto in collegio, da cui esce, all’età di 17 anni, solo per andare a lavorare.

Quando incontra il futuro marito, Aenne fa la cassiera nell’azienda di fornitura dell’elettricità della sua città. Di Franz Burda, figlio del noto stampatore e futuro editore, si innamora subito. Nel giro di un anno i due si sposano. Dal loro matrimonio nasceranno tre figli maschi.

Il rapporto di coppia con Franz è centrale nella vita di Aenne Burda, che trova il suo momento di svolta proprio quando viene messa davanti a un grande dolore e delusione.

La vita di questa donna cambia infatti radicalmente, quando viene a scoprire che il suo amato marito non solo ha un’amante, ma conduce una vera e propria doppia vita, con tanto di figlio avuto dalla sua rivale segreta.

Nella Germania bigotta del dopoguerra, una donna in una tale situazione si trovava in una posizione scomoda oltreché frustrante e dolorosa.

E’ nel bel mezzo di questa terribile crisi che Aenne Burda sceglie la strada che deve prendere da quel momento in poi, la sua vita, e si trasforma da moglie tradita a una delle più brillanti imprenditrici che la storia dell’editoria tedesca ricordi.

Aenne Burda, la rivista che porta la moda alla portata di ogni donna

Aenne decide di reagire alla fine del suo matrimonio tuffandosi nel lavoro e dando vita alla sua ‘creatura’. Una ‘creatura’ che rivoluzionerà il mercato delle riviste femminili e che ancora oggi viene distribuita in tutto il mondo.

Burda magazine nasce da un’idea di Aenne nel 1949 e da allora ha accompagnato il cammino di diverse generazioni di donne. La storia del magazine fondato da Aenne Burda è la storia vera di un successo che ha coinvolto molte donne grazie all’intuizione di un’altra donna.

Nei difficili anni tra il dopoguerra e il boom, Burda ha dimostrato a tutte che il diritto di sentirsi eleganti non era esclusiva di chi avesse ancora tanti soldi da spendere. Il magazine insegnò alle donne come vestirsi bene con poche. Il suo successo fu legato soprattutto all’idea di Aenne di inserire in Burda i classici cartamodelli che saranno il segno distintivo della rivista.

Il riscatto di Aenne passa dunque da una grande intuizione e un grande lavoro che ha intercettato un reale bisogno dell’universo femminile.

Mentre diventa imprenditrice di successo e un nome d’oro dell’imprenditoria tedesca, Aenne trova il modo anche di risollevare la sua situazione privata e sentimentale. Dopo una storia travolgente con un uomo italiano incontrato durante una vacanza, la pragmatica imprenditrice deciderà di riaccogliere in casa il marito, con cui continuerà fino alla fine dei suoi giorni un sodalizio improntato esclusivamente sugli affari e sui comuni interessi.

Rispondi