2021 un anno ricerche web

Il 2021 sta vivendo il suo rush finale e, come ogni anno, dicembre è anche tempo di bilanci e statistiche che aiutano a fotografare meglio l’anno che ci lasciamo alle spalle e anticipano tendenze dell’anno che verrà.

E allora iniziamo con i nostri comportamenti online. Cosa hanno cercato gli italiani sul web nel 2021?

Il 2021 degli italiani nelle ricerche online

A svelarlo puntualmente è lo studio annuale di SemRush che illustra trends e topic che più hanno stimolato la curiosità e gli interessi degli italiani nel 2021.

Innanzitutto c’è da fare una premessa generale. Nel 2020 non c’era stata gara. Secondo i Google trends le ricerche degli utenti, in tutti i campi, in tutto il mondo, erano stati fortemente ed inevitabilmente influenzati dalla pandemia.

E allora i termini più cercati erano stati covid e coronavirus, ma anche nelle sezioni apparentemente lontane dallo tsunami pandemico, la traccia del vissuto di un anno unico era forte e chiara. Una cosa evidente, per esempio, con l’esplosione di ricerche su ‘panificazione’ e ‘lievito madre’, termini che riportano inevitabilmente all’esperienza del lockdown e alle lunghissime ore passate forzatamente in casa.

Quest’anno, segnato da una lenta ripartenza, rimane ancora ovviamente segnato dalle tematiche relative alla pandemia che si sono sviluppate sui temi del riaprire e come riaprire.

E infatti il termine green pass è stato cercato in media dagli italiani 2 milioni di volte al mese, con il picco nel mese che anticipava l’introduzione della certificazione verde in Europa, a giugno, quando il termine di ricerca green pass è stato digitato per 6 milioni di volte.

Tra i termini di ricerca legati all’attualità, moltissimi italiani si sono chiesti cosa ci fosse scritto nel travagliatissimo DDL Zan.

Avvicendamento Conte-Draghi anche online

Anche sui motori di ricerca c’è stato l’avvicendamento governativo. Le ricerche online sull’ex premier Conte, dominatore assoluto delle classifiche 2020 sono crollate di quasi il 90% a beneficio del nome del suo successore. Gli italiani hanno cercato in media 504000 volte ogni mese il nome di Mario Draghi, che se la gioca bene anche a livello mondiale. Tra i politici del globo più cercati è infatti al 14mo posto, prima di Papa Francesco.

2021, l’anno dei Maneskin

Per l’intrattenimento, non c’è dubbio che il 2021 sia stato l’anno dei Maneskin. I ragazzi di Monteverde hanno letteralmente conquistato il mondo e il loro nome è stato digitato dai fan di ogni parte del globo. Solo dagli italiani sono arrivate quasi 90000 ricerche al mese, con il picco a marzo. Dopo il trionfo di Sanremo infatti più di 2 milioni di ricerche italiane sono state dedicate a loro.

 Ferragnez spodestati dalla coppia Can Yaman – Diletta Leotta

Tra le altre celebrities, la coppia ultrapatinata Can Yaman e Diletta Leotta nel 2021 ha rubato lo scettro ai Ferragnez.

Solo per l’attore turco si contano in media 825000 ricerche degli italiani online, mentre per la Leotta sono più di mezzo milione.

A Chiara Ferragni sono state dedicate 554000 ricerche medie mensili degli italiani che sono diventate oltre un milione nel mese di marzo, in occasione della nascita della secondogenita della coppia, Vittoria.

Rispondi