Site icon Tua City Mag

I 18 regali di Elisa Girotto alla figlia, storia vera di un amore più forte del destino

e18 regali elisa girotto storia vera

E’ una storia semplice, eppure talmente bella e potente da sembrare una sceneggiatura, e infatti è diventata un film.

La storia di Elisa Girotto e di sua figlia racconta dell’amore di una madre che sa di avere pochissimo tempo, e di una bambina nata da poco che dovrà affrontare la vita senza la presenza fisica di colei che l’ha voluta mettere al mondo.

Ma se dovrà rinunciare alla presenza fisica, Elisa non si arrende all’idea che la sua piccola, quel lungo e difficile percorso per diventare adulta, debba affrontarlo senza avere una testimonianza concreta di un amore che non l’abbandona.

E così ecco la piccola, fortissima, semplice, spontanea idea per tenere unite, oltre il destino, mamma e figlia. I 18 regali, uno per ogni anno, che sono diventati il titolo del film con Vittoria Puccini, Edoardo Leo e Benedetta Porcaroli ispirato a questa incredibile storia vera.

Elisa Girotto, la storia vera dell’amore di una madre

Il giorno più bello e più terribile della vita di Elisa Girotto, 39 anni, bancaria nel trevigiano, è stato il 21 agosto del 2016. Quel giorno finalmente, aveva potuto tenere tra le braccia sua figlia. Una bimba a lungo attesa e cercata, frutto di un amore maturo e saldissimo, quello con Alessio, bancario anche lui.

Quella bimba è il dono più grande che Elisa aveva chiesto alla vita, e ora che era arrivata, la mamma non si aspettava certo di ricevere insieme a quel dono, anche un conto da pagare, salatissimo.

Subito dopo il parto, ad Elisa viene diagnosticato un tumore al seno. Lei non si scoraggia, come non ha mai fatto. Sa che sarà una battaglia difficile, forse lunga, ma sa anche che ora ha un motivo in più per vincere, il motivo più grande di tutti.

E così inizia quel percorso che tante donne, tante famiglie italiane conoscono bene. Con Alessio sempre accanto, Alessio che se la sposa e non la molla un attimo. Con lei fa il giro dei medici e dei migliori istituti e reparti oncologici del nord Italia.

Ed è lui che, a un certo punto, deve guardare negli occhi sua moglie e dirle la verità. Elisa Girotto sta combattendo con la forma di tumore al seno più aggressiva, la triplo negativo. E dopo chemio, radio e quattro operazioni, questo mostro non ha mollato di un centimetro e anzi ha attaccato, dopo il seno, anche gli organi vitali: polmone, poi il fegato. A luglio 2017 arriva la diagnosi che nessuno vorrebbe ascoltare. E’ rimasto poco tempo, due mesi circa.

I 18 regali per battere il destino

Sì, il tempo è davvero troppo poco. Sembra non bastare mai anche nelle esistenze comuni, ma quando ti danno una scadenza, le ore, i giorni, volano, e ‘prepararsi’ al momento che sai sta per arrivare è una corsa non solo contro l’orologio, ma attraverso il dolore e l’accettazione del proprio destino.

Elisa Girotto sa come impiegare quel poco tempo, perché sa qual è il suo dolore più grande in quei giorni difficili. Non la paura per lei, ma lo strazio di lasciare la sua bimba di un anno. Una bimba che deve diventare ragazza e poi donna. Una bimba che si sentirà presto sola e sconfitta se lei non troverà il modo di comunicarle il suo amore, di farle sentire la sua presenza anche quando non ci sarà più.

Ed ecco che arriva un’idea piccola, semplice, di quelle che vengono dal cuore. Elisa non accompagnerà la sua bambina nel suo percorso, si perderà diciotto compleanni, ma non vuole che la figlia pensi che la madre non ci sia, in particolare in quei giorni speciali, che sono anche quelli più dolorosi quando hai un buco dentro perché ti manca qualcuno che lì dovrebbe esserci.

E allora ecco i diciotto regali scelti e confezionati da Elisa. Regali diversi, ognuno adatto all’età che la figlia festeggerà, selezionati aiutandosi con i tanti sogni che la madre in quei giorni fa sulla sua bambina. Fino al regalo più grande, un mappamondo con le tappe dei viaggi che avrebbe voluto fare con lei, dei posti in cui avrebbe voluto portarla, se quel mostro non le avesse divorato la vita.

Elisa Girotto si è spenta il 28 settembre del 2017 e la sua storia intrisa d’amore ha commosso tutti coloro che l’hanno incontrata. I parenti e gli amici certo, ma anche i tanti che ne hanno letto sulle cronache.

Una storia semplice e potente, che ha attratto l’attenzione del cinema che ne ha fatto un film. Perché la realtà è sempre molto più sorprendente ed emozionante della fantasia del migliore degli scrittori.

Exit mobile version